La Contraddizione (sito web) ISSN 2421-535X

esposta in termini generali Ŕ questa: il capitale Ŕ esso stesso la contraddizione in processo. Il capitale si manifesta sempre pi¨ come una potenza sociale – di cui il capitalista Ŕ l’agente – che ha ormai perduto qualsiasi rapporto proporzionale con

quello che pu˛ produrre il lavoro di un singolo individuo; ma come una potenza sociale, estranea, indipendente, che si contrappone alla societÓ come entitÓ materiale e come potenza dei capitalisti attraverso questa entitÓ materiale. La contraddizione, tra questa potenza generale sociale alla quale si eleva il capitale e il potere privato del capitalista sulle condizioni sociali della produzione, si va facendo sempre pi¨ stridente e deve portare alla dissoluzione di questo rapporto ed alla trasformazione delle condizioni di produzione in condizioni di produzione sociali, comuni, generali. Questa trasformazione Ŕ il risultato dello sviluppo delle forze produttive nel modo capitalistico di produzione e della maniera in cui questo sviluppo si compie. La produzione capitalistica racchiude una tendenza verso lo sviluppo assoluto delle forze produttive, indipendentemente dal valore e dal plusvalore in esse contenuto, indipendentemente anche dalle condizioni sociali nelle quali essa funziona; ma nello stesso tempo tale produzione ha come scopo la conservazione del valore-capitale esistente e la sua massima valorizzazione. Se il modo di produzione capitalistico Ŕ quindi un mezzo storico per lo sviluppo della forza produttiva materiale e la creazione di un corrispondente mercato mondiale, Ŕ al tempo stesso la contraddizione costante tra questo suo compito storico e i rapporti di produzione sociali che gli corrispondono. Ogni determinata forma storica del processo lavorativo ne sviluppa la base materiale e le forme sociali. Quando Ŕ raggiunto un certo grado di maturitÓ, la forma storica determinata viene lasciata cadere e cede il posto ad un'altra pi¨ elevata. Si riconosce che Ŕ giunto il momento di una tale crisi quando guadagnano in ampiezza e in profonditÓ la contraddizione e il contrasto tra i rapporti di distribuzione e quindi anche la forma storica determinata dei rapporti di produzione ad essi corrispondenti, da un lato, e le forze produttive, capacitÓ produttiva e sviluppo dei loro fattori, dall'altro. Subentra allora un conflitto tra lo sviluppo materiale della produzione e la sua forma sociale.

Karl Marx

       







Contraddizione

Articoli e testi successivi al 2015

Indice & articoli [rivista di marxismo]

Indice per autori

Quiproquo

Segnalibro

Qualche tema

Altri scritti [redattori e collaboratori]

Articles in other languages

Alcuni testi diversi [classici e non classici]

Connessioni

Notizie & aggiornamenti